Capping

Le difficoltà con i sedimenti inquinanti

Purtroppo molte località sono affette dalla presenza di sedimenti inquinati, soprattutto nei corsi d’acqua, foci e mari adiacenti agli impianti industriali. L’eredità di questi inquinanti non è assolutamente qualcosa da voler lasciare ai nostri figli, e sarà sicuramente dannosa se non si interviene su tale fenomeno. Le tecniche da utilizzare possono coinvolgere vaste operazioni di dragaggio e sostituzione, anche se quest’ultimo in particolare ha numerosi rischi e anche costi elevati.

Nuove tecniche di capping on-site

Una tecnica di capping innovativa prevede il contenimento in sito, cioè sott’acqua, dei materiali di scarto inquinati. Questo elimina la necessità di scavare e smaltire il materiale contaminato al di fuori del sito. Si procede quindi isolando o coprendo la zona inquinata dell’ambiente circostante con la combinazione di  membrane impermeabili, sabbie, ghiaie e strati di protezione da erosione.

Considerazioni varie per una soluzione efficiente. Scegliere la migliore soluzione nei progetti di capping dei sedimenti, che riesca adeguatamente a risolvere il problema da gestire, necessita di competenze tecniche che coinvolgono numerose importanti discipline, quali geotecnica, idrodinamica, legislazione, caratterizzazione dei sedimenti e utilizzo delle vie navigabili. Questa serie trasversale di conoscenze dovrebbe inoltre essere correlata alla più ampia analisi e studio delle potenziali modifiche alle linee di trasporto solido litoranee e le incombenze dirette dell’erosione della zona.

La nostra pregiata gamma di filtri di bonifica e materassi sigillanti può sicuramente rappresentare un aiuto importante nei progetti di capping dei sedimenti.

Prodotti

IT

need more information maccaferri