Officine Maccaferri
CORPORATE
SELECT COUNTRY

UE: quali opportunità per il settore delle infrastrutture dai piani di ripresa e resilienza post-Covid?

ue

Il settore delle infrastrutture riveste un ruolo cruciale nel trainare la ripresa economica globale e questo è testimoniato dai massicci piani di investimento attivati in tutto il mondo nel settore, anche in risposta alla crisi da Covid-19. In questo contesto, il Next Generation EU rappresenta un esempio fondamentale. L’imponente piano di ripresa da 750 miliardi di euro, inserito nel Bilancio a lungo termine dell’UE per il 2021-2027, ha infatti riservato importanti investimenti alle infrastrutture – settore che pesa il 5% del PIL dell’UE e coinvolge oltre 10 milioni di persone – per contribuire agli obiettivi di decarbonizzazione e digitalizzazione prefissati dall’Unione.

Nell’ambito di questo piano, l’Italia beneficerà di 40 miliardi di euro stanziati per le “Infrastrutture per la mobilità sostenibile”, cifra a cui sommare i fondi del React EU e le risorse nazionali, per un totale di 62 miliardi di euro totali. Gli interventi spazieranno dall’estensione dell’alta velocità ferroviaria allo sviluppo dei porti, agli interventi di digitalizzazione per la sicurezza di strade e autostrade fino alla tutela e la valorizzazione delle risorse idriche. La Francia, invece, investirà 4 miliardi in infrastrutture con interventi che riguarderanno la modernizzazione dei sistemi idrici e le reti elettriche, lo sviluppo urbano, la protezione della biodiversità e la transizione verso mezzi di trasporto green, che rappresentano oltre il 60% degli investimenti in infrastrutture. Infine, la Spagna stanzierà quasi 2 miliardi nel settore per il completamento di opere e la modernizzazione del sistema infrastrutturale.

Oltre al Next Generation EU, l’UE ha messo in campo anche un ulteriore strumento, l’InvestEU per far fronte al calo degli investimenti privati nel settore, che, secondo uno studio della Banca europea per gli investimenti (BEI), subiranno una contrazione di circa il 40%. InvestEU si propone proprio di mobilitare finanziamenti pubblici e privati per diversi settori attraverso una garanzia di bilancio dell’UE di 26,2 miliardi di euro. Di questi, la cifra più alta, circa 9 miliardi di euro, sarà proprio destinata al settore delle infrastrutture sostenibili. Obbiettivo del programma, raccogliere un investimento complessivo di più di 372 miliardi di euro.

Dallo stop economico generato dalla pandemia di Covid-19, sembra essere quindi iniziata una nuova stagione di investimenti e piani di sviluppo, che vede le infrastrutture come colonna portante di un piano di rigenerazione e trasformazione di lungo termine.

All Rights Reserved © Officine Maccaferri Spa 2021 P.IVA IT 02145540379