Officine Maccaferri
CORPORATE
SELECT COUNTRY

Intervista a Mirco Pedrazzi

Mirco Predazzi

Parliamo con Mirco Pedrazzi, giovane Controller all’interno della Corporate, arrivato da pochi mesi e già impegnato in un progetto fondamentale per la crescita dell’intero Gruppo.

Ciao Mirco, parlaci un po’ di te, che ruolo svolgi attualmente in Officine Maccaferri?

Oggi, ricopro il ruolo di Controller, nell’ufficio Controllo di Gestione Corporate. In particolare, il mio lavoro si focalizza su due aree: analisi di bilancio per le consociate dell’area Cina e preparazione di reportistica e analisi di venduto e marginalità delle business unit, con un focus sul settore dei geosintetici.

Quali ragioni o progettualità ti hanno portato ad entrare in azienda in un momento comunque ancora così delicato/straordinario?

Dopo aver conseguito la laurea triennale in ingegneria gestionale presso l’Università di Bologna e un master in controllo di gestione, nel giugno 2021 sono entrato in Officine Maccaferri, principalmente attratto dall’ambiente aziendale e dal lavoro che mi aspettava. Difatti, la sfida di dover efficientare un sistema di controllo e reportistica è stata fonte di motivazione fin dall’inizio. Oltre a questo, Officine Maccaferri è una multinazionale in grado di offrire opportunità interessanti e un panorama internazionale con cui confrontarsi ogni giorno.

Qual è stato l’ultimo progetto in cui sei stato impegnato?

Da quando ho iniziato il mio percorso in azienda, il perno del mio lavoro riguarda l’implementazione della reportistica legata alle business unit. Fin dall’inizio ho infatti partecipato ad una serie di incontri mensili con il management e con i responsabili delle business unit per portare avanti questa nuova iniziativa.

Quali sono gli obiettivi futuri della unit in cui lavori?

L’obiettivo della mia unit è implementare un sistema di controllo che sia sempre più efficace per il business. Al momento è ancora in fase di sviluppo, visto che comporta l’acquisizione di strumenti, competenze, condivisione di metodo e una raccolta dati, che sono tutti step che richiedono tempo.

Cosa ha significato per te entrare in azienda durante il periodo della pandemia?

Non nego che all’inizio sia stato difficile adattarsi ad un ambiente di lavoro del tutto nuovo, soprattutto con il lavoro da remoto. Ciononostante, ho ricevuto la necessaria formazione e il supporto dei colleghi. È stato un inizio sfidante, che ho superato grazie a tanta motivazione e a qualche anno di esperienza lavorativa, fondamentale per capire come rendersi concretamente utili. Quindi quella che poteva essere una situazione complessa si è rivelata un’interessante opportunità di crescita.

Con il passare dei mesi, hai percepito un miglioramento nei processi della tua business unit?

Assolutamente, da un lato c’è molta più concretezza negli output e dall’altro più coscienza di quello che si comunica. Questo è favorito anche dalla bella collaborazione tra colleghi, nonostante la distanza e il remote working.

All Rights Reserved © Officine Maccaferri Spa 2022 P.IVA IT 02145540379